Chiesa


Anno Giubilare a 450 anni dalla nascita di San Luigi Gonzaga

Ricorre venerdì 9 marzo il 450/o anniversario della nascita di San Luigi Gonzaga. Con un decreto dello scorso 18 gennaio, la Penitenzieria Apostolica ha concesso l’indizione di un intero anno giubilare in suo onore. La chiesa di Sant’Ignazio a Roma, dove riposano le spoglie del santo, e tutte le chiese del mondo dedicate a San Luigi saranno per un anno, e cioè fino al 9 marzo 2019, Chiese Giubilari; in esse i fedeli potranno ottenere l’indulgenza plenaria alle condizioni abituali (confessione sacramentale entro gli otto giorni, comunione eucaristica,  preghiera per le intenzioni del Papa).


Quaresima 2016

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE
FRANCESCO
PER LA QUARESIMA 2016

 

“Misericordia io voglio e non sacrifici” (Mt 9,13).
Le opere di misericordia nel cammino giubilare

 

1. Maria, icona di una Chiesa che evangelizza perché evangelizzata

Nella Bolla d’indizione del Giubileo ho rivolto l’invito affinché «la Quaresima di quest’anno giubilare sia vissuta più intensamente come momento forte per celebrare e sperimentare la misericordia di Dio» (Misericordiae Vultus, 17). Con il richiamo all’ascolto della Parola di Dio ed all’iniziativa «24 ore per il Signore» ho voluto sottolineare il primato dell’ascolto orante della Parola, in specie quella profetica. La misericordia di Dio è infatti un annuncio al mondo: ma di tale annuncio ogni cristiano è chiamato a fare esperienza in prima persona. E’ per questo che nel tempo della Quaresima invierò i Missionari della Misericordia perché siano per tutti un segno concreto della vicinanza e del perdono di Dio.

Per aver accolto la Buona Notizia a lei rivolta dall’arcangelo Gabriele, Maria, nel Magnificat, canta profeticamente la misericordia con cui Dio l’ha prescelta. La Vergine di Nazaret, promessa sposa di Giuseppe, diventa così l’icona perfetta della Chiesa che evangelizza perché è stata ed è continuamente evangelizzata per opera dello Spirito Santo, che ha fecondato il suo grembo verginale. Nella tradizione profetica, la misericordia ha infatti strettamente a che fare, già a livello etimologico, proprio con le viscere materne (rahamim) e anche con una bontà generosa, fedele e compassionevole (hesed), che si esercita all’interno delle relazioni coniugali e parentali.

(altro…)