Quaresima 2019

La Diocesi di Roma è in cammino verso il Giubileo dell’anno 2025 e ha scelto il libro dell’Esodo come paradigma.

Diceva il Cardinale Vicario Angelo De Donatis all’inizio dell’anno pastorale:

“Dove sei? È una domanda precisa, personalissima, che interpella e chiede di prendere posizione. E noi ci mettiamo in cammino, come in un nuovo Esodo, senza rigide tabelle di marcia, ma con autenticità e con la consapevolezza del percorso che ci attende. Papa Francesco ci ha indicato l’orizzonte di una settimana di anni, fino al Giubileo del 2025. Ci chiediamo: sette anni sono tanti, troppi? O forse si riveleranno troppo pochi? È difficile dirlo all’inizio… Sono comunque un tempo propizio per arrendersi alla voce del Signore e lasciarsi convertire da Lui. Il libro dell’Esodo ci farà da paradigma, ha detto il Papa. Che significa? Egli ci ha spiegato: come nell’Esodo “Dio si è scelto e ha educato un popolo con il quale unirsi”, per farlo diventare lo strumento della sua presenza e della sua azione nel mondo, così anche oggi “la Parola di Dio, l’opera del Signore, cerca qualcuno con cui coniugarsi, unirsi: la nostra vita. Con questa gente che siamo noi oggi, Egli agirà con la stessa potenza con la quale agì liberando il suo popolo e donandogli una nuova terra”. Non si tratta quindi solo di meditare i brani dell’Esodo, ma di riviverli. Il Signore che agì allora nella storia di Israele, che ha portato a compimento nella Pasqua di Gesù la sua opera, agisce ancora oggi nella Chiesa e nel mondo: basta che trovi qualcuno, noi, disposti a lasciarci liberare e salvare per collaborare con Lui” (Incontro del cardinale vicario Angelo De Donatis con il clero, 17 settembre 2018 – basilica di San Giovanni in Laterano).


Anno Giubilare a 450 anni dalla nascita di San Luigi Gonzaga

Ricorre venerdì 9 marzo il 450/o anniversario della nascita di San Luigi Gonzaga. Con un decreto dello scorso 18 gennaio, la Penitenzieria Apostolica ha concesso l’indizione di un intero anno giubilare in suo onore. La chiesa di Sant’Ignazio a Roma, dove riposano le spoglie del santo, e tutte le chiese del mondo dedicate a San Luigi saranno per un anno, e cioè fino al 9 marzo 2019, Chiese Giubilari; in esse i fedeli potranno ottenere l’indulgenza plenaria alle condizioni abituali (confessione sacramentale entro gli otto giorni, comunione eucaristica,  preghiera per le intenzioni del Papa).